Stagione 2017-2018

Teatro Out Off

una ragazza lasciata a metà

Data (e)
dal 3/04/2018 al 8/04/2018
Ora inizio spettacolo
da martedì a venerdì ore 20.45;
sabato ore 19.30;
domenica ore 16.00

Biglietti: €18,00
costo prevendita e prenotazione 1,50/1,00€ (salvo diverse indicazioni per specifici spettacoli)

Riduzioni: 12.00€ (Under 25) - 9.00€ (Over 65 Convenzione con il Comune di Milano)
Convenzioni

 

3 > 8 aprile

Teatro Out Off

UNA RAGAZZA LASCIATA A META’

di Eimear McBride

con Elena Arvigo

regia a cura di Elena Arvigo, Giuliano Scarpinato

scena di Alessandro Di Cola

spettacolo in abbonamento Invito a Teatro

 

A Girl Is a Halfformed Thing, romanzo d’esordio della scrittrice irlandese Eimear McBride, racconta, con struggente lirismo il percorso di crescita spezzato e interrotto di una ragazza, di un‘anima frantumata e fragilissima. E’ flusso di coscienza che racconta la complessità delle relazioni famigliari, è flusso di coscienza che diventa insurrezione contro un’esistenza feroce, è un viaggio nei pensieri, nei sentimenti e nella sessualità caotica di questa giovane donna vulnerabile, sconcertante ma profondamente sensibile nel contesto sociale di in un’ Irlanda chiusa e crudele .

Non v’è compassione nella voce della “ragazza a metà”, poiché manca il giudizio ,segno inequivocabile che la storia, mentre si snoda , è ancora fin troppo viva e lontana da un compimento. Tuttavia è sempre presente e innegabile, dall’inizio alla fine, anche nei momenti più bui e dolorosi del testo, lo slancio vitale che rende questa confessione un‘estrema e potente possibilità di salvezza. Il romanzo è stato una grande rivelazione, un caso letterario – indicato tra i migliori libri del 2014 per The New York Times, Vanity Fair, Chicago Tribune e Boston Globe. Ha vinto numerosi importanti premi: 2013 Goldsmiths Prize ; 2014 Bailey Women’s Prize for Fiction; 2014 Kerry Group Irish Novel of the Year Award ; 2014 Desmond Elliott Prize). Il romanzo è stato tradotto da Riccardo Duranti ed è di Novembre 2016 l’uscita in Italia con Safarà Editore.

Il flusso di coscienza di questo testo deve molto allo stile di Joyce e Kane, ed Elena Arvigo, interprete di un’ acclamata e delicatissima versione di 4:48 Psychosis della stessa Kane – sembrava la giusta voce per questa storia. Elena Arvigo ha scelto come compagni di viaggio, Giuliano Scarpinato, attore e regista, con cui stava condividendo il tempo della turnèe dello spettacolo “ Edipo” (Compagnia Mauri/ Sturno) e Alessandro Di Cola, scenografo e designer. Insieme hanno curato la mise en espace presentata nel 2016 alla XV edizione della rassegna teatrale Trend 2016 al Teatro Belli di Roma.

 

Elena Arvigo, attrice e regista si è diplomata all’Accademia del Piccolo Teatro di Milano, ha avuto la segnalazione speciale “Premio Hystrio” nel 1999.

In teatro è stata protagonista di tourné nazionali e internazionali, tra le quali: “Le signorine di Wilko” regia di Alvis Hermanis e “Noccioline” di Fausto Paravidino, regia di Valerio Binasco. E’ stata inoltre diretta  da G. Strehler, E. Nekrosius, J. Lassale, P.Greenaway, V.Binasco, A.Longoni, N. Bruschetta, G. Boncoddo, F. Però. Ha preso parte a progetti internazionali per il cinema lavorando, tra i quali, con L.Pieraccioni, P.Virzì . Per la televisione è stata protagonista della “Piovra 10” e di numerosi film storici tra i quali “Perlasca”.  All’Out Off in questi ultimi anni ha presentato 4:48 Psycosis di Sarah Kane (2014), Maternity Blues di Grazia Verasani (2015), Il Bosco di David Mamet (2015), Donna non rieducabile di Stefano Massini (2015), I monologhi dell’atomica da Svetlana Aleksievich, Kyoko Hayashi (2016).