Lady Mortaccia di Giovanna Gra nella foto Veronica Pivetti

Stagione 2015-2016

Teatro de Gli Incamminati in collaborazione con Pigra srl

Lady mortaccia, la vita è meravigliosa

Data (e)
dal 10/11/2015 al 29/11/2015
Ora inizio spettacolo
20:45

con Veronica Pivetti, Oreste Valente ed Elisa Benedetta Marinoni
testo e regia di Giovanna Gra
musiche di Maurizio Abeni
Costumi di Valter Azzini

ORARI:

da martedì. a venerdì h 20.45
sabato h 19.30, domemica h 16.00
sabato 14 novembre replica solo alle 16.00
mercoledì 18 novembre replica anche alle 16.00

Lady Mortaccia è uno spettacolo musicale dalle tinte gotiche e irriverenti con punte dicomicità al confine con l’impegno, in cui Veronica Pivetti veste i panni di una morte moderna, dinoccolata, sarcastica e candida. Le physique du role c’è, e fa tornare alla mente personaggi alla Tim Burton opportunamente coniugati con i Manga giapponesi, traendo una goccia d’ispirazione dallo splendido e mitico Rocky Horror Picture Show. Nei contenuti, falce al fianco, l’ombrosa signora canta e delira raccontandoci la vita dal suo punto di vista, ovvero, l’aldilà. Blindata nel suo habitat naturale, il camposanto, Lady Mortaccia deve risolvere un piccolo giallo legato ad un cadavere che, come nelle fabbriche nostrane, le risulta in esubero. Da dove arriva questo morto in più? L’indagine che segue ci porterà a conoscere diverse dimensioni, spiritose e spiritate, della tanto temuta vita da trapassati. Che, in molti casi, non si rivelerà poi così differente dalla vita dell’al di qua, suggerendo ipocrisie, sorprese, meschinità e difetti delle abitudini dell’oltretomba in una sorta di novella Spoon River.
Lo spettacolo, decisamente nuovo, è un’originale affabulazione musicale candida e scandalosa che trae ispirazione da molti generi. La prova d’attore richiede versatilità ed energia. La Pivetti, in un’ora e mezzo di spettacolo passa dal canto di denuncia alla commozione, allo sberleffo. E non è sola. Al suo fianco troviamo Sentenza, una dispettosa e poco servizievole falce (Elisa Benedetta Marinoni) e il buffo Funesto, maggiordomo mite e sottomesso (Oreste Valente), i quali seguono le orme della nera signora improvvisando insieme a lei balli, sfilate di moda e gags scoppiettanti, paradossali e divertenti. Il linguaggio estremo del testo è condito con musiche totalmente originali che rimandano a molte citazioni di genere. Lady Mortaccia cinguetta e si racconta fra tanghi, musica pop, ballate e tarantelle, per poi virare verso melodie più classiche e impegnate, fino a svolte improvvise decisamente sexy e trasgressive.
Armati di sorrisi e con l’anima in tasca si può, quindi, provare ad oltrepassare quella soglia dove Lady Mortaccia, danzando nella polvere e nel vuoto, ci aspetta per farci sorridere e pensare a uno dei pochi tabù inviolati della nostra epoca, ma soprattutto per rivelarci che la vita è meravigliosa!

Giovanna Gra: autrice, sceneggiatrice e illustratrice. Dal 1987 al 1997 lavora come grafico al Corriere della Sera. Dal 1997 collabora con Rai Telesfotware in qualità di autore e illustratore per programmi digitali per ragazzi. Dal 2003 in collaborazione con televideo Rai e il Segretariato Sociale Rai collabora alla prima edizione delle opere multimediali, poi Easy web Rai, ideando, scrivendo e illustrando prodotti che si configurano come esempio di narrazione borndigital mirati ad un pubblico con disabilità visiva. E’ autrice radiofonica per Radio Due Rai. È autrice e sceneggiatrice di fiction tv quali “La ladra”, “Miacarabefana.it”, S.O.S. Befana”, “Provaci ancora prof” e altre. È autrice e sceneggiatrice del film “Né Giulietta, né Romeo”. È autrice teatrale e di storytelling per il web.

Easy web Rai, ideando, scrivendo e illustrando prodotti che si configurano come esempio di narrazione borndigital mirati ad un pubblico con disabilità visiva. E’ autrice radiofonica per Radio Due Rai. È autrice e sceneggiatrice di fiction tv quali “La ladra”, “Miacarabefana.it”, S.O.S. Befana”, “Provaci ancora prof” e altre. È autrice e sceneggiatrice del film “Né Giulietta, né Romeo”. È autrice teatrale e di storytelling per il web.

Veronica Pivetti: doppiatrice dall’età di sette anni, debutta sul grande schermo con “Viaggi di nozze” accanto a Carlo Verdone. È diretta da Lina Wertmuller in “Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica”. Sempre al cinema “Altri uomini”, “Le giraffe”, “Les ritaliens”. In televisione conduce il Festival di Sanremo 1998. Fra le fiction interpretate ricordiamo “Commesse”, “Il Maresciallo Rocca, “La ladra”e “Provaci ancora prof!”. Conduttrice radiofonica e televisiva (“Fratelli e sorelle d’Italia”, “Per un pugno di libri”) la troviamo a teatro con gli spettacoli musicali “Sorelle d’Italia” con Isa Danieli, “Tete a Tete” e il gotico “Lady Mortaccia”. Come doppiatrice ricordiamo “Il club delle prime mogli”, “Tutto su mia madre”, “Hercules”, “Harry a pezzi” e molti altri film e cartoni animati.

Oreste Valente: si diploma alla Bottega Teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman nel 1989. Studia e si specializza, tra gli altri, con The Living Theatre/New York/Judith Malina, Aktora Teatr Laboratorium Jerzy Grotowski/Rena Mirecka. Per circa vent’anni ha diretto il Festival di Porto Venere ed è direttore artistico del Premio Porto Venere Donna. Lavora in teatro, in tv, alla radio e al cinema con diverse produzioni stabili e private in Italia e nel mondo. Lavora ad una particolare idea di pedagogia teatrale in collaborazione con alcune istituzioni.

Elisa Benedetta Marinoni: Diplomata alla Civica Accademia d’Arte Drammatica di Udine e laureata in Teatro e Drammaturgia al DAMS, ha lavorato, tra gli altri, con il Teatro Stabile delle Marche, il Teatro dell’Archivolto di Genova, il Nuovo Teatro Nuovo di Napoli e al fianco di Stefano Benni, Valerio Binasco, Veronica Pivetti, Leo Muscato in veste di attrice e di assistente alla regia. Ha prestato la voce a programmi radiofonici e audiolibri. Nel 2010 fonda Bottega Rosenguild, con cui intraprende un percorso produttivo e artistico. Da qui nascono spettacoli tra cui “Le Beatrici”, scritto e diretto da Stefano Benni e “Tre Desideri”, di Ben Moor, spettacolo vincitore del premio Lidia Anita Petroni 2014. E’ vincitrice del Premio Gino Cervi 2013.

Maurizio Abeni: ha lavorato come pianista, arrangiatore e direttore d’orchestra in numerosi spettacoli musicali televisivi. E’ pianista e arrangiatore nei cd di A. Bocelli e L. Sastri. Ha composto una ventina di colonne sonore per cinema e Tv e ne ha dirette e arrangiate un centinaio con A. Trovajoli, L. Bacalov, C. Mattone, P. Donaggio, R. Ortolani ed altri. Nel 2013/14, al teatro Sistina di Roma, ha diretto l’allestimento musicale di “Rugantino” e di “Sistina Story”. Ha inaugurato a Milano il Pavilliion Unicredit dirigendo l’Orchestra Filarmonica Italiana. Ha composto la colonna sonora del film di V. Pivetti “Né Giulietta, né Romeo.”

Per interviste a Veronica Pivetti
Uff. Stampa Nicoletta Strazzeri Tel. 3356618633 Email: nico@ni-co.it