Fuckme(n)

Stagione 2014-2015

produzione Festival Mixitè, Compagnia Teatrale Dionisi

Fuckme(N)

Data (e)
dal 10/03/2015 al 15/03/2015
Ora inizio spettacolo
20:45

 

Compagnia Teatrale Dionisi
Prima nazionale

scritto da Massimo Sgorbani, Giampaolo Spinato, Roberto Traverso
da un’idea di Renata Ciaravino
regia di Carlo Compare
con Alex Cendron
organizzazione Anna Sironi
musiche originali di Paolo Coletta
luci Carlo Compare
produzione Festival Mixitè, Compagnia Teatrale Dionisi

Vincitore premio Giovani Realtà del Teatro 2013 – Miglior Monologo
Accademia Nico Pepe/Udine 2013

Martedì 10 marzo, ore 20.45, in occasione del debutto introdurrà lo spettacolo Luigi Zoja psicanalista e sociologo.

Continua anche in occasione di questo debutto il rapporto di collaborazione tra Teatro Out Off e la casa editrice Cue Press, per la distribuzione e diffusione dei nuovi testi rappresentati nella sala di via Mac Mahon. “FUCKME(N)” di Massimo Sgorbani, Giampaolo Spinato, Roberto Traverso potrà essere scaricato in formato e-book dal sito della casa editrice al prezzo speciale di 2,40 Euro utilizzando il codice sconto che verrà consegnato agli spettatori. Sarà inoltre possibile acquistare il libro cartaceo a 6 euro invece che 8,99. Cue Press, la prima casa editrice digitale italiana interamente dedicata alle arti dello spettacolo, produce libri digitali, e-book e cartacei (stampa digitale on demand), in una prospettiva multidisciplinare e multimediale edistribuisce i propri libri in più di cinquanta paesi. I libri possono essere acquistati direttamente dal sito www.cuepress.come in tutti i migliori store online.

Alex Cendron, uno degli attori più raffinati della sua generazione, incarna tutti e tre restituendo un’unica storia, quello di un uomo che resiste alla debolezza fino a schiantarsi.

Più che col sesso, è con i funerei miraggi del potere che ha a che fare questo ossessivo eiaculatore dell’Io premiato dal senato accademico”.

Giampaolo Spinato

“Il mito della forza fisica, tramandato di padre in figlio, nasconde la fragilità del maschio forzuto e la sua incapacità di rapportarsi con il mondo femminile”.

Massimo Sgorbani

“Un uomo, un padre, cerca di espiare la colpa della morte del figlio. Infondo non si sente colpevole e non è neppure pazzo. Potrebbe accadere a chiunque di noi. Ma allora, è tutto normale?”

Roberto Traverso

Nei 4 anni di programmazione del Festival Mixitè, abbiamo ricevuto decine di proposte di spettacoli sulle donne e il “sentire femminile”. Spettacoli sul corpo, la maternità, la persecuzione, l’abuso, il lesbismo, la storia delle donne. Sulla maschilità, poco o niente. Sulla maschilità eterosessuale, quella integrata, quella positiva, riconosciuta come bene, potente, come qualcosa che ancora guida le sorti del mondo: pochissimo. Niente di quello che prova e sente al di là delle azioni, niente dei mutamenti in cui sta sprofondando.
Abbiamo chiesto allora a tre autori per cui proviamo molta stima – non solo della loro scrittura, ma anche della loro onestà intellettuale – di scrivere sulla Maschilità. Di scrivere quello che nessuno dice, quello che non è facile dire. Di mostrare gli andamenti profondi, le ombre, quello che non è in azione, che non produce, quello che si muove sotto. Sono arrivate tre storie che compongono un’unica musica, un unico grido di battaglia (o di dolore) che hanno trovato in Alex Cendron, uno degli attori più raffinati della sua generazione, un corpo capace di incarnare tre croci restituendo un’unica storia: quella di un uomo che resiste alla debolezza fino allo schianto.
Renata Ciaravino

Alex Cendron ,diplomato nel 2004 alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine, ha collaborato in teatro con Veronica Cruciani, Massimo Popolizio, Renata Ciaravino, Sergio Pierattini, Francesca Sangalli. Ha lavorato per la Rai e al cinema al fianco di Claudio Bisio, Diego Abbatantuono, Enrico Brignano, Neri Marcorè. E’ anche regista della trilogia “Primidia – Midia-Rimidia” di Francesca Sangalli, produzione Giovio 14. Premio GreaT13-Miglior Monologo.

Giampaolo Spinato, romanziere, drammaturgo, giornalista. Ha pubblicato per Einaudi, Mondadori, Fazi, Baldini & Castoldi. Il suo ultimo romanzo La bambina 2014 è pubblicato come ebook in forma indipendente. Ha collaborato e collabora con Repubblica, L’Europeo, Cuore, Max, Il Giornale, Carnet, Linus, A, Oggi, Panorama, Chi. Docente universitario a contratto presso l’Università Cà Foscari di Venezia e l’Università Cattolica di Milano, ha insegnato anche all’Accademia di Belle Arti di Firenze, alla Statale di Milano e presso la Nuova Accademia di Belle Arti (Naba) di Milano. Ideatore del Progetto “Bartleby – Pratiche della scrittura e della lettura”, dal 1995 conduce laboratori di Scrittura Creativa. (www.giampaolospinato.it)

Massimo Sgorbani, drammaturgo e sceneggiatore, ha collaborato tra gli altri con Franco Branciaroli, Antonino Iuorio, Ivana Monti, Sabrina Colle, Patrizia De Clara, Lucia Ragni, Ruggero Cara, Federica Fracassi. Premio Speciale della Giuria Riccione 2001 “Bignami-Quondamatteo”, con il testo Angelo della gravità. “Segnalazione di continuità” 2003 al Premio Riccione per il testo Le cose sottili nell’aria. Premio Franco Enriquez per la drammaturgia 2008. I suoi testi sono pubblicati da Ubulibri, Editoria&Spettacolo e Titivillus e, alcuni di loro, sono stati tradotti in Romania e in Francia.

Roberto Traverso, drammaturgo e sceneggiatore, è docente di sceneggiatura all’IED di Milano, tiene un laboratorio di scrittura teatrale all’Università Cattolica ed è responsabile della comunicazione del teatro Out Off. Tra gli altri ha lavorato con Massimo Navone, Edoardo Erba, Antonio Syxty, Lorenzo Loris, Marco Rampoldi, Antonello Grimaldi, Pasquale Marrazzo, Gianluca Fumagalli, Claudio Bisio. Premio “Sette spettacoli per un nuovo teatro del 2000” con “La seconda Eclissi”; Premio Hystrio per “Scrittori per la pace” con “Fondamentalisti”2001; Premio Selezione Extra Candoni per “Reality Show”2005 ; Premio Wallrider – Milano città del futuro con il soggetto “Musa”2010.

Carlo Compare. Frequenta il corso di laurea in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, presso l’Università Statale di Milano. Studia regia con Cesare Lievi, Valentina Garavaglia, Paolo Bosisio, Valeria Talenti e Renata Ciaravino. Dal 2006 collabora con la Compagnia Teatrale Dionisi in tutte le produzioni. È direttore artistico del festival teatrale “FollinFestival” di Gaggiano (MI) e dell’Auditorium Comunale di Gaggiano dal 2012. Dal 2011 organizza con la Compagnia Teatrale Dionisi il “Mixitè Festival” di Sesto San Giovanni (MI). Oltre all’attività di regista e formatore, lavora come light designer, web designer e videomaker per “DionisiTV”. A livello internazionale partecipa alle manifestazioni più importanti del panorama europeo tra cui: “Fringe Festival di Edinburgo” (Scozia), “Festival Arte Terapia di Banska Bistrica” (Rep. Slovacca), “City of woman di Ljubiana”(Slovenia). Conduce corsi di recitazione e improvvisazione per ragazzi e adulti.