Stagione 2016-2017

Teatro Out Off in collaborazione con Associazione Teatrouvaille

Dove crescono le ortiche

Data (e)
dal 11/04/2017 al 13/04/2017
Ora inizio spettacolo
da martedì a venerdì ore 20.45;
sabato ore 19.30;
domenica ore 16.00

Prima nazionale
di Tobia Rossi,
con Monica Faggiani, Paola Giacometti e la speciale partecipazione di Justine Mattera nel ruolo di Jacqueline Kennedy.
Regia Alessandro Castellucci

scene di Andrea Colombo

costumi di Arionne Monique Medici

assistente alla regia Alessandro Milone

foto di Viola Cadice

Il nuovo testo del giovane autore Tobia Rossi vincitore del Premio Nazionale Teatrale Eduardo De Filippo 2003 e finalista al Premio Hystrio 2012

Una black comedy sull’illusione del potere, sulla relazione madre/figlia, sul rapporto tra storia, gossip e spettacolo, un inquietante affresco dell’America… che somiglia incredibilmente alla nostra Italia contemporanea.

 

Dove crescono le ortiche racconta un pezzo di storia americana da un punto di vista inconsueto: quello di Big Edie e Little Edie Bouvier Beale, rispettivamente zia e cugina di Jacqueline Kennedy, indimenticata first lady e icona di stile.

La vita di questi due personaggi reali – icone cult in America ma poco conosciuti in Italia – funge da spunto per questa commedia irriverente e ironica, nerissima e amara che porta lo spettatore, privilegiato e occasionale voyeur, alla scoperta del mondo di “Mammina” e “Tesoro”, le due protagoniste della storia ispirate alle Bouvier Beale, un Mondo degradato eppure aristocratico, disperato e surreale, lo scenario in cui le due consumano la loro routine di insulti e recriminazioni reciproche, ricordi e speranze svaporate.

La commedia racconta di un episodio dove le due donne, la cui casa è sempre più in rovina e invivibile, si trovano a dover sanare l’abitazione, su esortazione dell’Istituto di Igiene. Situazione che le costringe  a mettersi in contatto con la ex first lady Jackie (qui interpretata da un’inedita Justine Mattera), generando così l’emersione di conflitti sopiti, segreti, indicibili non detti e ferite mai rimarginate…

Tobia Rossi

 

Long Island, USA. A pochi chilometri dalla città che non dorme mai, dove brilla il mare chic dell’upper class newyorchese fin dai tempi del Grande Gatsby. Sono gli Hamptons. Quando Manhattan soffoca per l’afa, qui si respira la migliore aria degli States. Una fila di bianche, impeccabili residenze vittoriane. Ed eccola, affacciata sulle dune: Grey Gardens, la dimora della signora e della signorina Bouvier – zia e cugina di Jacqueline Kennedy Onassis. 

Big e Little Edie, le pecore nere della famiglia.

Madre e figlia restano caparbiamente aggrappate alle loro speranze, anche quando tutto inizia a sgretolarsi ed affrontano con spietata ironia lo sfacelo da cui sono state inghiottite: ora condividono la sfavillante Grey Gardens  con pulci, gatti e procioni, soffocate da debiti e mucchi di immondizia. 

Ma non per questo smettono di sognare. 

Monica Faggiani e Paola Giacometti agiscono con grazia in uno spazio ingoiato dalla decadenza,  continuando a sorridere – e a farci sorridere – anche sull’orlo del baratro.

Alessandro Castellucci