Stagione 2014-2015

Teatro Out Off

Antigone nella città

Data (e)
dal 16/10/2014 al 2/11/2014
Ora inizio spettacolo
20:45

Prima nazionale

di Gigi Gherzi
regia Lorenzo Loris
con Gigi Gherzi e Lorenzo Loris
scena Daniela Gardinazzi costumi Nicoletta Ceccolini
audio e video Alessandro Canali

Dall’incontro tra Gigi Gherzi, attore e autore, che già sta portando i temi e le forme della tragedia greca all’interno dell’esperienza di Teatro degli Incontri e il Teatro Out Off e Lorenzo Loris, da sempre attento alla sperimentazione drammaturgica e al teatro del contemporaneo, nasce “Antigone nella città”.
Antigone ritorna nella città. Percorre la città di oggi con la sua ansia di giustizia, con le domande che oggi, come al tempo di Sofocle, continua a rivolgere alla nostra vita e ai nostri buchi neri. Domande che non lasciano insensibili i due attori che si fronteggiano in scena, tesi a cercare e trovare pro e contro, affermazioni e negazioni, della necessità di quella storia. Così lo spettatore viaggerà, insieme ad Antigone, nei mondi della crudeltà contemporanea e antica, passeggerà nel Circo Massimo insieme ai leoni, cercherà scampo dal crollo delle Torri Gemelle, sarà sulla sabbia dell’arena insieme al toro ucciso. E lì , in quei posti, riconoscerà e riattraverserà la forza delle parole di Antigone. Si parlerà di entertainment, dello spettacolo diventato merce, per interrogarsi sulla possibilità , oggi, di una rinascita del teatro come rito, come luogo d’incontro del pubblico, aperto alla festa e al pensiero. Un teatro che vede, nella tragedia greca, la vita di archetipi eterni e, nello stesso tempo, trova lì suggestioni per il proprio futuro utopico. Antigone ritorna nella città chiedendosi il senso del teatro, nella città.

Un ringraziamento particolare a Luigi Zoja. Il suo saggio “Contro Ismene” è stato per noi grande fonte di riflessioni e di suggestioni.

Gigi Gherzi è attore, autore e regista. Vincitore dei premi teatrali Scenario e Stregagatto, ha firmato testi e regie per alcuni dei più importanti gruppi di teatro di ricerca italiani. Negli ultimi anni ha prodotto performance e spettacoli interattivi col pubblico, esperienze di “teatro dello spettatore”. Ha sperimentato teatro nei luoghi sociali e dell’esclusione, è fondatore di “Teatro degli Incontri”, progetto teatrale sul rapporto tra città e comunità.

IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI CHE SI SVOLGERANNO COME INTRODUZIONE DI ALCUNE REPLICHE

16/10 Luigi Zoja – LO SPETTATORE E I DEMONI
Luigi Zoja ha lavorato in clinica a Zurigo, poi privatamente a Milano, a New York e ora nuovamente a Milano come psicoanalista. Presidente del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) dal 1984 al ‘93. Dal 1998 al 2001 presidente della IAAP (International Association for Analytical Psychology), l’Associazione degli analisti junghiani nel mondo. Pubblicazioni in quindici lingue. Alcune tra le più recenti pubblicazioni in italiano; Contro Ismene. Considerazioni sulla violenza, Bollati Boringhieri, 2009 (Premio Internazionale Arché); Al dilà delle intenzioni: etica e analisi, Bollati Boringhieri, Torino 2011 (Gradiva Award per l’edizione americana); Utopie minimaliste, Chiarelettere, Milano 2013 (Premio Rhegium Julii); (con Leonardo Boff) Tra eresia e verità, Chiarelettere, Milano 2014.

21/10 Gerardo Guccini – LA POLIS E IL TEATRO NECESSARIO Gerardo Guccini insegna Drammaturgia e Teoria e Tecniche della Composizione Drammatica all’Università di Bologna. È Responsabile Scientifico del CIMES (Centro di Musica e Spettacolo, Università di Bologna) e dirige la rivista di inchieste teatrali “Prove di Drammaturgia” edita da Titivillus. Scopo centrale di quest’ultima è fornire un contesto di riflessione e uno strumento di testimonianza a formazioni e artisti operanti nell’area dell’innovazione. Studioso di teatro del Settecento e dello spettacolo operistico, ma anche di teatro di narrazione e dei teatri di interazione sociale, Guccini coniuga nell’analisi drammaturgica le varianti e le permanenze che attraversano le esperienze storiche e contemporanee.

23/10 Roberta Gandolfi – LA RIVENDICAZIONE DI ANTIGONE Roberta Gandolfi è ricercatrice presso l’Università di Parma, dove insegna storia del teatro contemporaneo. I suoi ambiti di ricerca e intervento riguardano in particolare la regia e la scrittura scenica, la dimensione politica del teatro, gli intrecci fra pratiche teatrali e culture delle donne. Fra le sue pubblicazioni, i volumi La prima regista. Edith Craig, fra rivoluzioni della scena e cultura delle donne (Roma, Bulzoni, 2003) e Un teatro attraversato dal mondo. Il Théâtre du Soleil, oggi (con Silvia Bottiroli, Pisa, Titivillus, 2012).

28/10 Roberta Carpani – IL TEATRO E IL PANE QUOTIDIANO Roberta Carpani è ricercatrice confermata in Discipline dello spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove insegna Drammaturgia e Storia del Teatro e dello Spettacolo. Si è occupata di ricerche storiche sul teatro e la teatralità in Lombardia in Antico Regime, di teatro della scuola, delle trasformazioni contemporanee del teatro performativo. Ha collaborato a progetti di formazione in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, il CTB Teatro Stabile di Brescia, la Pinacoteca Ambrosiana, l’IRRSAE-Lombardia e altre istituzioni culturalimilanesi. E’ membro dell’Accademia Ambrosiana, Classe di Studi Borromaici.

 

“Antigone” partecipa a Milano Cuore d’Europa, il palinsesto culturale multidisciplinare dedicato all’identità europea della nostra città anche attraverso le figure e i movimenti che, con la propria storia e la propria produzione artistica, hanno contribuito a costruire la cittadinanza europea e la dimensione culturale.